Un ciclista solitario si prepara accanto alla sua auto nel parcheggio della funivia del Plan de Corones. Il sole si affaccia dietro le montagne, ma non è ancora abbastanza alto per combattere il freddo di questa prima giornata autunnale. Con scrupolosa precisione, Florian Nowak, detto 'Flo', si prepara. Ogni dettaglio viene controllato in vista della prova, perché all'insaputa dei lavoratori che sfrecciano nel parcheggio con le loro e-bike, Flo sta per tentare di stabilire il tempo più veloce per il giro del Plan de Corones.

immagine thumbnail
Il mio FKT Florian Nowak

Gli FKT (Fastest Known Time) sono dei record stabiliti su un percorso e sono saliti alla ribalta nel ciclismo durante la pandemia. Con le gare cancellate, molti ciclisti hanno tentato di soddisfare la loro voglia di competere in modo diverso e per chi poteva pedalare all'aperto gli FKT, prima limitati a una comunità ristretta, hanno offerto opportunità uniche nel rispetto del distanziamento sociale, e così questa passione è esplosa.

Il mio FKT Florian Nowak

Dopo aver contratto il Covid-19 nel 2022, Florian Nowak, ex corridore professionista su strada e membro della Shimano Gravel Alliance, ha deciso di gettarsi nel mondo degli FKT. ‘Quest'estate ho dovuto annullare tutti i miei progetti agonistici perché ho contratto il Covid. Dopo quasi 6 settimane senza allenamenti a causa della malattia volevo pormi un nuovo obiettivo e così ho pensato agli FKT'. Gli FKT sono nati come obiettivi per restare in forma senza lo stress delle gare, ma Flo ha presto scoperto che stabilire un FKT non significa solo sfrecciare lungo il percorso scelto.

Il mio FKT Florian Nowak

Sono le 07:30 e il bip del ciclocomputer di Flo segnala l'inizio della prova. Non ci sono folle o starter ufficiali, ma solo un ciclista solitario che vuole spingersi fino ai suoi limiti, mettendosi alla prova contro il cronometro, e stabilendo un record che poi altri tenteranno di battere. Flo aggancia la scarpa al pedale e dimentica subito la lunga preparazione fatta. Dopo ore di allenamento, le settimane passate a casa con il Covid, le notti in bianco alla ricerca di mappe, ora quell'ossessione diventa realtà, perché l'FKT è iniziato e occorre concentrarsi sul percorrere al meglio questo bellissimo anello.

Il mio FKT Florian Nowak

Le statistiche memorizzate diventano punti di riferimento, obiettivi verso i quali sfrecciare, salite ripide e discese tecniche da affrontare. Ora Flo può suddividere il suo percorso, ogni rotazione dei pedali lo avvicina alla cima del Plan de Corones e alla tanto attesa discesa verso il traguardo. Le preoccupazioni si dissolvono nella totale concentrazione sulla realtà, un momento zen in cui tutta l'attenzione è rivolta all'impresa.

Il mio FKT Florian Nowak

Al centro di ciascun FKT c'è un itinerario. Deve essere un percorso particolare, che ispiri le persone a tentare di registrare il tempo migliore. Che si tratti di un percorso iconico o di una prova incentrata su un luogo straordinario, è proprio questa unicità che garantirà al ciclista la voglia di prepararsi per fare il suo tentativo. Flo prosegue: ‘Ho deciso di provare un nuovo percorso FKT, piuttosto che provarne uno già predisposto da altri. Mi è sembrato più stimolante. Lontano dal mondo, durante la quarantena, quei progetti mi hanno fatto sentire già tra quelle montagne. Per questo ho scelto l'anello intorno al Plan de Corones, in Sud Tirolo, perché non è troppo lontano da dove vivo, nel sud della Germania, ma abbastanza lontano per motivarmi. È anche un luogo che conosco bene come sciatore e che desideravo esplorare'. E Flo non fa cenno al legame con il ciclismo professionistico: il Giro d'Italia si è concluso due volte in cima a questa iconica montagna italiana.

Il mio FKT Florian Nowak

Il Plan de Corones è un luogo veramente unico nello scenario alpino. Una vetta non altissima (rispetto alle altre), che è stata trasformata in un parco giochi multistagionale per gli amanti della vita all'aria aperta. La zona è nota anche per gli stili architettonici unici del Museo Lumen della fotografia di montagna e del Museo della Montagna di Messner, che fanno parte del percorso di Flo. L'architettura è notevolmente diversa rispetto alle case tradizionali che Flo ha trovato lungo le sezioni precedenti del percorso. Il modo in cui si integra con le forme funzionali delle numerose stazioni delle cabinovie che circondano la vetta è molto azzeccato. La zona è indubbiamente sviluppata, ma si percepiscono un'armonia e una sinergia estetica con le infinite cime rocciose delle montagne che si vedono sullo sfondo. Ma Flo non è qui per ammirare gli stili architettonici o per godersi il panorama, e mentre attraversa il Plan de Corones appare più a suo agio rispetto alla salita appena affrontata. La sua espressione impassibile lascia intendere che siamo di fronte a un campione, che si tira su rapidamente gli scaldabraccia, pronto a lanciarsi nella discesa, per concludere la sua impresa.

Tra chi conosce il mondo degli FKT è opinione comune che la pianificazione sia la parte più divertente perché, come dice Reese Ruland, la persona che sta dietro cyclingfkt.com: 'Puoi valutare ogni dettaglio ed essere tu a gestire il tuo FKT, garantendoti tutti i vantaggi possibili per il tuo tentativo'. Per Flo, alla sua prima esperienza, la pianificazione e la realizzazione del suo FKT di Plan de Corones sono state complesse.

Il mio FKT Florian Nowak
Il mio FKT Florian Nowak

'Una volta progettato il percorso, cosa che ha richiesto un po' di tempo, l'ho provato due volte, per assicurarmi che fosse perfetto. Conoscere ogni curva e i punti chiave delle ripide salite e delle discese tecniche mi ha permesso di mettere a punto non solo l'assetto della bici, ma anche il piano nutrizionale, l'abbigliamento e i tempi di allenamento', spiega Flo.

La scelta dei componenti Shimano GRX 2X, con una sola borraccia e un gel, sono stati gli elementi chiave della prova, e pur avendo dovuto spingere la bici lungo un paio di tratti in salita durante le due uscite di ricognizione, Flo sapeva che quei rapporti e quel setup minimalistici sarebbero stati perfetti nel giorno dell'FKT. Flo prosegue: ‘Con il senno di poi, avrei dovuto valutare meglio la scelta delle gomme e delle pressioni di gonfiaggio'. Quando correvo da professionista, ricordo bene il lavoro di regolazione della pressione degli pneumatici per le gare più importanti. Con le discese tecniche e i lunghi tratti gravel molto ripidi, sento che avrei potuto scegliere pneumatici più larghi con pressione più bassa, perché in nessun punto del mio percorso ho avuto bisogno di raggiungere velocità estreme su strada'. E la scelta minimalista di non portare una camera d'aria o un multi-tool? Facile: se oggi va male, Flo potrà ritentare in un'altra giornata.

Il mio FKT Florian Nowak

Mentre la folla mattutina di turisti austriaci e tedeschi in pensione sale con la cabinovia fino al Plan de Corones, Flo sta sfrecciando per concludere il suo FKT e stabilire il suo record. Flo scuote le braccia, incrostate di sudore e polvere, il suo tempo è di: 2:49:06. Un record che altri potranno provare a battere, Flo sorride, fermandosi a riflettere per un attimo. Niente folle festanti e niente cerimonie di premiazione. Poche persone sulla terrazza di un bar, che si affaccia sull'arrivo di Flo, alzano appena lo sguardo dal loro caffè mattutino per osservare un ciclista solitario vestito di nero.

Parlando con Flo, dopo la prova, è apparso chiaro che gli FKT ormai fanno parte della sua vita. 'Nonostante l'abbandono delle gare, amo ancora spingermi oltre i miei limiti, e questo è ciò che ho apprezzato della mia esperienza FKT. Sapevo che sarebbe stata dura, e la concentrazione è stata necessaria non solo nelle salite, ma anche nelle discese. All'inizio non me l'aspettavo, ma c'è stato qualcosa di unico nella mia esperienza FKT. Le gare ti offrono un momento di riflessione sul risultato finale e gli insegnamenti serviranno per la gara successiva. Ma con un FKT puoi riflettere sull'accaduto e poi riprovarci ancora. Mi piace l'idea di poter provare all'infinito. Se qualcuno dovesse percorre l'anello del Plan de Corones battendo il mio record di 10 minuti, questo mi stimolerà a lavorare sodo per essere ancora più veloce. Pur trattandosi di imprese solitarie, sento che c'è una grande comunità intorno agli FKT, che mi piacerebbe conoscere meglio. Si adatta bene alla mia filosofia, infatti io amo creare la mia storia personale, scegliendo come, dove e quando pedalare', spiega Flo.

Il mio FKT Florian Nowak

Il tempo dedicato a riflettere su come l'allenamento, la preparazione e i vari dettagli avrebbero potuto ridurre il tempo sul percorso del Plan de Corones, hanno aperto per Flo un mondo di possibilità di nuovi FKT. ‘Mi sono trovato a valutare altri FKT già stabiliti, ma anche altri da stabilire io stesso lungo nuovi percorsi. Abitando vicino a Garmisch-Partenkirchen, nelle Alpi Bavaresi, dove ci sono tanti percorsi potenziali, mi viene già da pensare al mio prossimo FKT. Amo ancora le gare, ma penso che gli FKT saranno una parte importante dei miei progetti per l'anno prossimo, quindi restate sintonizzati', conclude.

Un finale perfetto per questa storia FKT o, più precisamente, per questa parte della storia FKT di Flo. Infatti, Reese ci ha spiegato che gli FKT sono esperienze così belle che inevitabilmente si desidera ripeterle. Questo è il bello degli FKT: è come se i bambini al parco giochi si sfidassero a fare qualcosa sempre più velocemente, solo che un po' più in grande. E dopo il fatto, a nessuno importa se si ottiene il tempo migliore o meno. Certo, si proverà soddisfazione per aver terminato l'FKT, ma a questa seguirà un periodo quasi di vuoto, perché l'attenzione non è più concentrata su quell'obiettivo. E l'unico modo per colmare quel vuoto è scegliere un nuovo obiettivo e trovare un nuovo FKT in cui impegnarsi.

Il mio FKT Florian Nowak

Grazie all'Ente per il Turismo del Sud Tirolo per la collaborazione fornita per questo FKT, scopri di più su questa straordinaria località:

https://www.suedtirol.info/en/newsletter

Condividi questo articolo